Metadaten

Comentale, Nicola; Hermippus; Verlag Antike [Contr.]
Fragmenta comica (FrC) ; Kommentierung der Fragmente der griechischen Komödie (Band 6): Ermippo: introduzione, traduzione e commento — [Heidelberg], Mainz: Verlag Antike, 2017

DOI Page / Citation link: 
https://doi.org/10.11588/diglit.53724#0210
License: Free access  - all rights reserved
Overview
loading ...
Facsimile
0.5
1 cm
facsimile
Scroll
OCR fulltext
206

Hermippos

Contesto di citazione II contesto di citazione tratta di nomi legati alle at-
tività di cucitura e filatura e segue quello di Hermipp. fr. 49 K-A. Il fram-
mento di Ermippo è citato anche in Poli. 7.199 τάς δέ βελόνας βελονίδας
εϊρηκεν Έρμιππος έν Μοίραις, ma il contesto è totalmente estraneo alla
citazione (precedentemente si parla infatti di λαχανοπώλαι, λαχανοπωλίδες,
λαχανοπωλήτριαι) e molto probabilmente la notizia deve essere spiegata come
un’aggiunta spuria, riferibile forse a Poli. 7.197 βελονοπώλαι βελονοπώλιδες.
Testo Non c’è modo di stabilire il numero e il caso di βελονίς “ago” che
Polluce attribuisce Ermippo. Il nominativo plurale βελονίδες (mss. FS) è forse
preferibile al genitivo singolare βελονίδος (mss. BCL), perché quest’ultimo
può essersi prodotto per analogia con la forma dei precedenti due nomi (καί
ραφίδος... καί βελόνης) e perché il plurale è il numero con cui è attestato il
sostantivo βελονίς anche in Poli. 7.199. Tuttavia, Polluce ricorre spesso alle
frasi nominali (Poli. 1.60, 4.123) e alla lemmatizzazione al nominativo o all’ac-
cusativo delle voci che cita (Tosi 2007, 9) e quest’ultimo dato porterebbe a
preferire la forma al genitivo: la questione resta pertanto incerta.
Interpretazione II termine βελονίς indica un ago (il suffisso -ιδ- è tipico del
lessico tecnico e popolare, cfr. Chantraine 1933, 338) utilizzato per la cucitura
(Bliimner 1912, 213-214) ed è sinonimo dei termini βελόνη, ραφίς e άκέστρα.
In Ar. PI. 175 è menzionata l’attività di un βελονοπώλης, ma il passo con-
tiene un’allusione non chiara. Le donne che si occupano di cucitura sono
un soggetto comico dato che sono attestati i titoli di commedia Akestria e
Akestriai di Antifane e Sofrone e il mimo Belonistria di Decimo Laberio, anche
se per quest’ultimo titolo è stato proposto un emendamento (Panayotakis 2010,
143). Il βελόνη è anche utilizzato come arma in contesti espressivi o umoristici
(Eup. fr. 277 K-A εγώ δέ γε στίξω σε βελόναισιν τρισίν, Batr. 130).
Il frammento può essere collegato al contesto di Hermipp. fr. 49 K-A,
dato che l’associazione tra ago e filo è comune: cfr. Archipp. fr. 40 K-A
ραφίδα καί λίνον λαβών τα ρήγματα | σύρραψον “dopo aver preso ago e filo,
gli strappi | cuci”.
 
Annotationen
© Heidelberger Akademie der Wissenschaften